Al fine di offrirti una migliore esperienza di navigazione, ottimizzata e in linea con le tue preferenze, questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque elemento acconsenti al loro impiego.

Approvo

Champagne

Scegliere lo Champagne giusto

champagne
Sarebbe sconveniente per un fine intenditore non saper scegliere lo champagne giusto al momento giusto un po’ come portare una camicia senza collo… Lo champagne è un vino eccezionale, che per essere pienamente apprezzato ha bisogno di qualche conoscenza di base. Annate, vitigni, cru e profili sensoriali: tutte queste sfaccettature rendono ogni champagne adatto a occasioni ben precise.
A voi, perfetti padroni di casa, qualche segreto e qualche pillola di conoscenza per aiutarvi a scegliere abilmente il giusto champagne per la giusta occasione.

CHAMPAGNE BIANCHI CHAMPAGNE ROSE'

Una scelta calibrata

Scegliere uno champagne
Alle volte, causa pochi ospiti o mancanza di sete, non si riesce a finire la bottiglia di champagne che si è aperta. Per ovviare a questo spiacevole inconveniente, punta su una mezza bottiglia, un formato pratico e poco ingombrante, facile da raffreddare e impeccabile per aperitivi improvvisati, un tête-à-tête o un’altra occasione riservata a pochi eletti.
In fondo, alle volte, “small is beautiful”.

Sorprendere all'aperitivo

aperitivo champagne
All’ora dell’aperitivo nulla è più elegante di una coppa di champagne, è evidente, no?...Vi capiamo, la birra ispira molto meno...
A casa o su una terrazza, durante un appuntamento galante o un incontro di lavoro, lo champagne è la scelta più gettonata. Per mettere d’accordo tutti i gusti, ti consigliamo di optare per un Brut non millesimato: una scelta semplice ma efficace.
In vena di sorprendere?
Allora osa e cedi al Rosé e al suo colore fruttato.
Non ti basta? Vuoi lasciare letteralmente tutti di stucco?
Allora opta per un Blanc de Blancs: uno Chardonnay al 100%, acidulo e minerale, l’unico vino prodotto a partire da uve bianche autorizzato in Champagne. Una scelta ardita, adatta agli amanti delle forte emozioni.
Cin! Cin!/ Cheers!

Capodanno col botto!

champagne capodanno
Pensi che bere champagne francese a capodanno sia un triste cliché?
Forse è il caso di guardare le cose da un altro punto di vista. In fondo, ogni anno che si rispetti comincia con un brindisi di bollicine dorate. Certamente occorre fare appello al proprio intuito per evitare le scelte banali: a ogni occasione il suo champagne. Per festeggiamenti in grande, un Brut non millesimato metterà d’accordo intere folle di festaioli giubilanti. Se vuoi osare una scelta più ardita, un rosé è lo champagne perfetto per dare un tocco di colore al nuovo anno.
Cena intima?
Stappa al rintocco della mezzanotte il tuo champagne migliore, a scelta tra un vecchio millesimato e una cuvée de prestige.

Fiumi di Champagne a cena

champagne
Una cena a base di champagne. Una scelta rara e sorprendente, riservata in genere alle occasioni speciali, che peccato! Ma si sa, le tradizioni sono fatte per essere stravolte.
Sorprendi i tuoi ospiti e fa’ dello champagne la melodia con cui scandire la serata. Non dimenticare però che nella follia ci vuol pur sempre metodo: mai servire ad esempio una bevanda dolce dopo un vino forte. Inizia con un Brut non millesimato per l’aperitivo, quindi associa ad ogni portata una cuvée, in un crescendo di intensità. Opta in primis per uno champagne acidulo, fresco e minerale, come un Blanc de Blancs, quindi procedi con uno champagne strutturato, ricco e robusto: un millesimato, Blanc de Noirs o una cuvée de prestige. Dulcis in fundo, accompagna il dessert con un fine Demi-Sec.
A questo punto, l’unica cosa che ti resta da fare è gustarti gli elogi appassionati dei commensali.

Stappa alla grande

tappo scampagne
È più forte di te: non riesci a far le cose “in piccolo”. Strategia d’altronde poco accorta quando si hanno a cena orde di ospiti assetati. Per una quindicina di persone, consigliamo il formato magnum anziché due bottiglie classiche. Se invece ti sei fatto scappare qualche invito in più, intrattieni i tuoi ospiti con una Jéroboam (3l, pari a 4 bottiglie) o una Mathusalem (6l, pari a 8 bottiglie). Insomma, stappa in grande!

Concludi la settimana in bellezza

champagne
Da Parigi a New York, passando per Londra, il brunch domenicale a base di champagne prevede infinite combinazioni di sapori: brioche, verdure crude, affettati, uova strapazzate, pancake, formaggi, pesce affumicato, frutta.
Quale champagne può accompagnare perfettamente piatti così diversi?
Semplice: il tuo Brut non millésimé preferito. Uno champagne in grado di sposarsi a tutti i piatti, dolci e salati…E a tutti gli ospiti! Lunedì è ancora lontano...

I Vizi degli Dei

Follow US

Newsletter

Resta in contatto, ricevi le news, segui le nostre offerte, iscriviti ora alla nostra newsletter
Privacy e Termini di Utilizzo