Al fine di offrirti una migliore esperienza di navigazione, ottimizzata e in linea con le tue preferenze, questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque elemento acconsenti al loro impiego. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa sull'uso dei cookie

1. Cosa sono i cookie e a cosa servono
I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali (solitamente ai browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l’utente sta visitando.
Questo perchè su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.
I cookie sono usati per differenti finalità : esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.
I cookie possono essere suddivisi in diverse macro-categorie in base alla finalità  di utilizzo e/o al soggetto responsabile del rilascio degli stessi sui terminali degli utenti. In tal senso si distinguono:
In tal senso si distinguono:
Cookie tecnici
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società  dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy). Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate);
Cookie analytics
I cookie analytics sono assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso;
Cookie funzionalità 
I cookie di funzionalità  permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.
Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
Cookie di profilazione
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività  che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che "l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già  archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità  semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3".
Session e Persistent Cookies
I Session Cookies contengono l’informazione che viene utilizzata nella sessione corrente del browser. Questi cookies vengono automaticamente cancellati quando viene chiuso il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito (ASP.NET_SessionId e language). I Persistent Cookies vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità  tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già  noto e si adatta di conseguenza. I cookies "persistenti" hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.
Cookies di prima parte e di terze parti
I cookie possono essere installati sul terminale dell’utente sia dal gestore del sito che l’utente sta visitando (’Cookie Prima Parte’), sia da terze parti (’Cookie Terze Parti’). Le informazioni raccolte tramite Cookie Prima Parte sono conservate dal gestore del sito che l’utente ha visitato, mentre quelle raccolte tramite Cookie Terze Parti sono conservate dalle terze parti medesime. Al link youronlinechoices.com si possono trovare inoltre informazioni su come funziona la pubblicità  comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

2. Uso dei cookie da parte di IVIZIDEGLIDEI
IVIZIDEGLIDEI utilizza i cookie per rendere l’esperienza di navigazione e acquisto dei propri utenti semplice ed efficiente.
I cookie rilasciati da IVIZIDEGLIDEI consentono:
di memorizzare le preferenze degli utenti relativamente al "login", in modo tale che non venga richiesto l’inserimento di email e password ad ogni nuova visita al sito web;
di analizzare e memorizzare le informazioni relative ai prodotti più graditi dai singoli utenti in modo da rendere più pertinenti i contenuti delle pagine del sito durante la navigazione;
In riferimento alle macro-categorie dei cookie viste in precedenza, IVIZIDEGLIDEI utilizza/rilascia:
cookie tecnici (di IVIZIDEGLIDEI)
cookie di profilazione (di IVIZIDEGLIDEI)
cookie di terze parti rilasciati da:
• Google Analytics
• Facebook
• Live Chat
• Alexa
• Criteo
• Zanox
• Sitescout
• Mediae20
• Twitter
• Trade doubler
• Ligatus

3. Negazione/Revoca del consenso
Per revocare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie di profilazione di IVIZIDEGLIDEI potrai cliccare sul link sottostante:
Hai già  acconsentito all’uso dei nostri cookie: se desideri revocare tale decisione clicca qui.
Per negare/revocare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie di profilazione di terze parti potrai:
• Accedere ai Link delle terze parti sopra riportati;
• Visitare il sito www.youronlinechoices.com

4. Disabilitazione dei cookie
Chrome
1.Eseguire il Browser Chrome
2.Fare click sul menù chrome impostazioni presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione
3.Selezionare Impostazioni
4.Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate
5.Nella sezione "Privacy" fare clic su bottone "Impostazioni contenuti"
6.Nella sezione "Cookie" è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie:
• Consentire il salvataggio dei dati in locale
• Modificare i dati locali solo fino alla chiusura del browser
• Impedire ai siti di impostare i cookie
• Bloccare i cookie di terze parti e i dati dei siti
• Gestire le eccezioni per alcuni siti internet
• Eliminazione di uno o tutti i cookie
Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata

Mozilla Firefox
1.Eseguire il Browser Mozilla Firefox
2.Fare click sul menù firefox impostazioni presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione
3.Selezionare Opzioni
4.Seleziona il pannello Privacy
5.Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate
6.Nella sezione "Privacy" fare clic su bottone "Impostazioni contenuti"
7.Nella sezione "Tracciamento" è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie:
• Richiedi ai siti di non effettuare alcun tracciamento
• Comunica ai siti la disponibilità ad essere tracciato
• Non comunicare alcuna preferenza relativa al tracciamento dei dati personali
8.Dalla sezione "Cronologia" è possibile:
• Abilitando "Utilizza impostazioni personalizzate" selezionare di accettare i cookie di terze parti (sempre, dai siti più visitato o mai) e di conservarli per un periodo determinato (fino alla loro scadenza, alla chiusura di Firefox o di chiedere ogni volta)
• Rimuovere i singoli cookie immagazzinati
Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Internet Explorer
1.Eseguire il Browser Internet Explorer
2.Fare click sul pulsante Strumenti e scegliere Opzioni Internet
3.Fare click sulla scheda Privacy e nella sezione Impostazioni modificare il dispositivo di scorrimento in funzione dell’azione desiderata per i cookie:
• Bloccare tutti i cookie
• Consentire tutti i cookie
• Selezione dei siti da cui ottenere cookie: spostare il cursore in una posizione intermedia in modo da non bloccare o consentire tutti i cookie, premere quindi su Siti, nella casella Indirizzo Sito Web inserire un sito internet e quindi premere su Blocca o Consenti
Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata (http://windows.microsoft.com/en-us/windows-vista/block-or-allow-cookies).

Safari 6
1.Eseguire il Browser Safari
2.Fare click su Safari, selezionare Preferenze e premere su Privacy
3.Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet.
4.Per visionare quali siti hanno immagazzinato i cookie cliccare su Dettagli
Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Safari iOS (dispositivi mobile)
1.Eseguire il Browser Safari iOS
2.Tocca su Impostazioni e poi Safari
3.Tocca su Blocca Cookie e scegli tra le varie opzioni: "Mai", "Di terze parti e inserzionisti" o "Sempre"
4.Per cancellare tutti i cookie immagazzinati da Safari, tocca su Impostazioni, poi su Safari e infine su Cancella Cookie e dati
Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Opera
1.Eseguire il Browser Opera
2.Fare click sul Preferenze poi su Avanzate e infine su Cookie
3.Selezionare una delle seguenti opzioni:
• Accetta tutti i cookie
• Accetta i cookie solo dal sito che si visita: i cookie di terze parti e che vengono inviati da un dominio diverso da quello che si sta visitando verranno rifiutati
• Non accettare mai i cookie: tutti i cookie non verranno mai salvati
Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Si rimanda alla privacy policy page per l’informativa completa sul trattamento dati prevista ex art. 13 codice privacy. Questa pagina è visibile, mediante link in calce in tutte le pagine del Sito ai sensi dell’art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 e a seguito delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.126 del 3 giugno 2014 e relativo registro dei provvedimenti n.229 dell’8 maggio 2014.

MIRAFIORE dal 1958...ad oggi

«Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma» scriveva Lavoisier qualche secolo fa.
E i cambiamenti, spesso, non sono che sviluppi, i risultati di evoluzioni, le nascite ri-nascite. E così è (ri)nata la Casa E. di Mirafiore, storico marchio dell’enologia italiana, e con questa rinascita la storia si è fatta presente.
La storia di Mirafiore inizia fin dal 1858 per iniziativa di Emanuele Alberto, conte di Mirafiore, figlio naturale di Vittorio Emanuele II e della Bela Rosin. Dopo essere assurto a fama internazionale alla fine dell’Ottocento, contribuendo in modo determinante all’affermazione del Barolo, il marchio scompare negli anni Trenta del secolo successivo.
Dimenticato per oltre settant’anni, fino all’attuale riproposizione, Mirafiore rappresenta oggi una (ri)scoperta della quale intenditori e appassionati di grandi vini non possono privarsi.

Casa E. di Mirafiore

17 giugno 1858: Con un “atto di comando del regio delegato” al Comune di Serralunga d’Alba, viene iscritta al Fondo della Real Casa una partita di 138,62 “giornate piemontesi” (52 ettari) situate tra Sorano, Fontanafredda e Gallareto. 11 aprile 1859: Rosa Vercellana, la Bela Rosin, viene nominata Contessa di Mirafiore e Fontanafredda con decreto reale. Il titolo viene però trasmesso al solo figlio maschio, Emanuele Alberto, e da questi alla sua discendenza. La famiglia morganatica inizia a frequentare Fontanafredda.

1860: I terreni relativi a Fontanafredda vengono intestati a Emanuele Alberto e Maria Vittoria, i figli naturali del Re e della Bela Rosin.
1878: Muore Vittorio Emanuele II. Emanuele Alberto trasforma l’azienda da agricola in vitivinicola. Nasce il marchio “Casa E. di Mirafiore”.
25 dicembre 1894: A soli 43 anni, muore il Conte Emanuele Alberto di Mirafiore, alla guida dell’azienda gli succede il figlio Gastone.

dal 1878-1932

1878-1918: 40 anni di grande prosperità per la Casa E. di Mirafiore che raggiungerà il suo culmine durante la prima guerra mondiale. Prima con Emanuele A. e poi con Gastone la vendita del vino si estende a tutto il mondo. La Casa E. di Mirafiore arriva a contare 200 dipendenti con 40 famiglie residenti nella tenuta.
1913: È tra la prime aziende in Italia ad attivare l’assicurazione previdenziale per operai e impiegati. Gastone di Mirafiore, secondogenito del Conte Eamanule Alberto, a seguito della morte del padre e del fratello si è assunto la responsabilità della gestione della tenuta.
1919: Gastone, al termine della Grande Guerra, trasforma la “Casa E. di Mirafiore” nella “Mirafiore Vini Italiani”, evento che segna a tutti gli effetti l’atto con cui la famiglia Mirafiore si defila dalla gestione della Tenuta.

1927: Gastone, inizialmente socio di maggioranza relativa (40%) e presidente, se ne occupa sempre meno per uscire definitivamente di scena nel 1927, quando alcuni imprenditori, con a capo Paolo Messina, ne rilevano le azioni.
1929: Al di là di una pessima gestione aziendale, a dare il colpo di grazia sono due eventi disastrosi: la fillossera, che distruggerà completamente i vigneti e la grande crisi economica del 1929 che comprometterà del tutto l’attività commerciale.
1932: Il 6 dicembre 1930 si dichiara il fallimento. All’asta fallimentare del 10 giugno 1932 il Monte dei Paschi di Siena rileva la Tenuta di Fontanafredda per 1.050.500 lire. Il marchio Mirafiore viene invece acquistato dalla famiglia Gancia di Canelli per 600.000 lire.

dal 1932-OGGI

1935: Il Monte dei Paschi di Siena comincia a gestire la cantina che si trova in una situazione di disastro. Le botti vecchie e piene d’acqua, le vigne “mangiate” dalla fillossera e neppure un marchio commerciale
1939: I dirigenti indicati dalla banca si inventano il marchio Fontanafredda direttamente dall’indicazione geografica della località e affidano l’azienda a Giuseppe Bressano di Alba, il quale si dimostra una persona eccezionale.
1939-1954: Tra mille difficoltà Bressano riesce a rimettere in marcia l’azienda, riportandola a produrre vino di qualità. Purtroppo nel 1954 muore in un incidente stradale. Da allora si susseguono diversi nuovi direttori nominati da MPS.

1980: Fontanafredda cerca invano di riacquistare il marchio Mirafiore, consapevole della necessità di operare con un marchio diverso con cui definire una nuova (ma antica) filosofia produttiva. Si incomincia a produrre una serie di vini in grado di richiamare il rigore e l’importanza dei grandi vini classici piemontesi.
2008: Fontanafredda viene venduta a Oscar Farinetti e Luca Baffigo Filangieri, proprietari di Eataly. Finalmente, dopo 77 anni, torna nelle mani di piemontesi.
2009 – Il 30 luglio 2009, Fontanafredda riacquista il marchio Mirafiore. Rinasce una linea di vini di altissima qualità con il marchio storico originale “Casa E. di Mirafiore”.

Mirafiore...1978

I Vizi degli Dei

Follow US

Newsletter

Resta in contatto, ricevi le news, segui le nostre offerte, iscriviti ora alla nostra newsletter
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo